Fondo Risorsa Canavese

Promuovere, Sostenere, Valorizzare

I progetti vincitori del bando "Giovani per il Canavese"


A fine 2014 è stato pubblicato il bando "Giovani per il Canavese", rivolto agli under 35, finalizzato al sostegno dell'avvio di nuove realtà imprenditoriali nell'ambito della trasformazione alimentare con l'utilizzo di prodotti locali e/o di filiera garantita.

Il Comitato ha attentamente valutato i sette progetti imprenditoriali presentati e, dopo un'analisi approfondita e a seguito della rinuncia di uno dei proponenti, ha ritenuto le sei idee imprenditoriali valide e ha deciso di ammettere tutti i progetti a contributo. I gruppi vincitori potranno prendere parte al percorso di coaching che prevede due figure di riferimento: un consulente in ambito economico-finanziario e un consulente di marketing e supporto tecnico di prodotto. Un ulteriore supporto ai beneficiari verrà da parte dell'Università di Scienze Gastrononiche di Pollenzo.

Gli ambiti di intervento

Le future neoaziende si collocano in svariati settori: agricoltura, viticoltura, allevamento, apicoltura; proprio per questo il Comitato ha deciso di valorizzare la complementarietà dei progetti e metterli in rete.


I beneficiari

I sei vincitori sono:

  • Davide Blanchetti e Matteo Simoni, che intendono avviare un'azienda che si occuperà di apicoltura e trasformazione di relativi prodotti, in particolare idromele.
  • Vittorio Garda, con un progetto per la creazione di un'azienda vinicola;
  • Ivano Depetro, per l'allevamento di capre da latte e la trasformazione di prodotti caseari;
  • Lara Trabanelli, che si dedicherà alla coltivazione e lavorazione di piante officinali, ortaggi e antiche varietà di frutta;
  • Matteo Ravera Chion, con l'avvio di una cascina multifunzionale per la produzione, trasformazione e vendita di prodotti agricoli e per lo svolgimento di attività didattiche di accoglienza e formazione.
  • Infine Bianca Maria Searso, Chiara Piastri e Riccardo Prola, progettano la creazione di un'azienda per la coltivazione di uve e la vinificazione.

A tali progetti andrà un contributo a rimborso delle spese sostenute per l'elaborazione del progetto imprenditoriale e per la predisposizione del Business Plan. Inoltre, i giovani beneficeranno di un sostegno finanziario per l'avvio dell'attività imprenditoriale e di un percorso di accompagnamento e monitoraggio. Tutti i prodotti delle attività imprenditoriali saranno poi resi disponibili anche presso l'Agriparco di Parella.